Castel Gandolfo: Latium Vetus dona defibrillatore all’Istituto Comprensivo

Martedì 16 maggio si è svolta al teatro Bazzi di Castel Gandolfo la cerimonia di consegna di un apparecchio defibrillatore all’Istituto Comprensivo della bella cittadina laziale affacciata sul lago Albano.
Presente all’avvenimento, che vedeva la platea del teatro gremita da numerosi ragazzi della scuola media superiore, il parroco di S. Tommaso di Villanova don Pietro Diletti, il Sindaco Milvia Monachesi, la dirigente scolastica prof Anna Rita Giuseppone e il Presidente regionale Fidal T.Col. Fabio Martelli che ha premiato le giovani vincitrici dei Giochi Sportivi studenteschi.

Il Vicedelegato SMOM Ing. Carmine Iannone ha introdotto la mattinata, ringraziando il parroco per l’ospitalità ed invitando sul palco le Autorità civili presenti per un indirizzo di saluto ed annunciando gli interventi che si sono svolti nel seguito.

Il Prof. Alessandro Ciammaichella, Primario medico emerito di cardiologia, ha spiegato le criticità della fibrillazione cardiaca, a seguire il Prof. Carlo Simili, Primario medico emerito di radiodiagnostica, ha spiegato al giovane pubblico e ai tanti docenti presenti l’importanza nei momenti critici dell’uso corretto del defibrillatore. Infine il Consigliere SMOM P.pe Stefano Pignatelli ha consegnato nelle mani del Dirigente scolastico l’apparecchio defibrillatore tra gli applausi dei presenti.

Molto successo ha riscosso l’intervento della Prof.ssa Liliana de Fabris, Direttrice dei Centri assistenziali e dei Consultori famigliari SMOM, che ha esposto quali sono i pericoli e il modo di riconoscere e prevenire gli atteggiamenti propri del bullismo tra gli adolescenti.

Ha concluso la bella mattinata di studio il dott. Carlo Incisa di Camerana, Delegato SMOM del Latium Vetus, che ha esposto ai giovani studenti un breve riassunto della storia dell’Ordine di Malta, soffermandosi sulla figura particolare del monaco combattente e sullo spirito cavalleresco che ieri come oggi anima i membri dell’Ordine melitense.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *